.

Come si esegue un restauro diretto o otturazione?

Innanzitutto, è necessario aver rimosso tutto il tessuto cariato. Dopo aver fatto ciò, l'odontoiatra prepara la superficie dentale ad accogliere il materiale da restauro e vi applica un sottile strato di adesivo biocompatibile.

Un tempo, il materiale d'elezione per l'esecuzione di restauri diretti era l'amalgama d'argento. In questo centro non utilizziamo l’amalgama ma materiali più performanti dal punto di vista estetico: le resine composite. Questi materiali hanno la stessa durezza del dente e si integrano perfettamente anche dal punto di vista estetico.

L'Odontoiatra, dopo aver preparato il dente, applica piccoli strati di resina composita fino a ripristinare completamente la forma del dente. Tale materiale viene dapprima applicato e modellato, successivamente viene fatto indurire con una lampada apposita (lampada fotopolimerizzante).

Una volta terminata la fase ricostruttiva, il dente viene rifinito, lucidato e si controlla che sia perfettamente integrato nella funzione del cavo orale.

Questo trattamento vale anche nei casi di denti che hanno subito delle piccole fratture.

Esempio clinico di restauro diretto od otturazione in composito

   
Prima e dopo   Otturazione in composito - procedura   Composito anteriore clinico