.

Possono insorgere problemi con le protesi dentali?

Con gli impianti dentali osteointegrati non esistono problemi di "rigetto".  Il materiale utilizzato per fabbricare gli impianti dentali endossei è il Titanio. Questo materiale è lo stesso utilizzato per le protesi in ortopedia. E’ un materiale altamente bioinerte e ben tollerato dall’organismo e la sua introduzione nel corpo umano non determina nessuna reazione immunitaria, evitando il rischio di rigetto.

Se un impianto dentale si dovesse perdere, questo potrebbe essere dovuto ad altre cause che possono essere riassunte essenzialmente in: fattori infettivi e in fattori biomeccanici, ma non di certo al rigetto in senso lato.

Questi fattori potrebbero impedire la corretta integrazione dell'osso attorno all'impianto dentale durante la fase post-operatoria. La difficoltà del processo di integrazione ossea, potrebbe portare alla rimozione dell'impianto dentale non integrato.

Tuttavia, dopo un'attenta valutazione e definizione del caso, immediatamente o dopo alcuni mesi, è in genere possibile inserire un nuovo impianto dentale nella stessa zona. 

Anche a guarigione avvenuta, dopo l'applicazione della protesi, potrebbero intervenire problemi di tipo meccanico o infezioni dell'impianto dentale. 

Ecco perché è raccomandato eseguire controlli periodici della struttura protesica ed effettuare contestualmente una pratica costante di igiene quotidiana.

Poiché l'igiene dentale è essenziale per il successo e la durata dell'impianto dentale, il paziente deve essere consapevole che la sua collaborazione nell'eseguire le procedure di igiene con gli strumenti appropriati è fondamentale per il buon esito del trattamento, così come lo è per la salute dei denti naturali.

Gli innumerevoli studi clinici effettuati da oltre quarant'anni hanno evidenziato una bassa percentuale di insuccesso degli impianti dentali osteointegrati, rendendo questa metodica molto affidabile.

ESISTONO VARI TIPI DI SOLUZIONI PROTESICHE SU IMPIANTI DENTALI E, E' COMPITO DEL DENTISTA SCEGLIERE QUELLA PIÙ IDONEA SIA IN BASE ALLA SITUAZIONE CLINICA SIA IN BASE ALLE ESIGENZE DEL PAZIENTE.