.

La corretta alimentazione per avere denti sani

Una corretta alimentazione sta alla base della salute della bocca dei più piccoli. E’ buona regola infatti prestare la giusta attenzione all’alimentazione al fine di prevenire cattive abitudini  da adulti.

E’ bene cercare di limitare bibite gassate, cibi acidi o ricchi di zucchero. I batteri contenuti nella placca trasformano gli zuccheri in acidi che aggrediscono lo smalto dentale causando la carie.

La saliva neutralizza l'attacco degli acidi ma da sola non è sufficiente.

Per questo è importante pulire i denti subito dopo aver mangiato ed evitare di consumare cibi dolci al di fuori dei pasti principali.

E’ assolutamente da evitare  l'abitudine di cospargere il succhiotto o la tettarella del biberon con miele o zucchero perché può provocare danni gravi: la cosiddetta "carie da biberon" porta alla distruzione completa dei denti anteriori con gravi ripercussioni  sull'allineamento degli altri denti. In ogni caso, è fondamentale interrompere l'uso del succhiotto entro i 3-4 anni di età in modo da non alterare l'allineamento dei denti.

Importantissimo è  imparare a limitare la frequenza dell’assunzione di cibi “fuori pasto”.  Infatti, ogni volta che alimenti contenenti zucchero o amido vengono a contatto con il cavo orale, acidi nocivi possono attaccare i denti e nel tempo dare origine alle carie. Generalmente i cibi contenenti amido non sono così dannosi per il dente come quelli contenenti zucchero, ma se vengono lasciati in bocca per un periodo di tempo sufficientemente lungo possono facilitare l’insorgenza delle carie. Il cibo può danneggiare i denti a seconda di come viene mangiato. Più a lungo teniamo in bocca un alimento ricco di zuccheri o amidi (uva passa, datteri, patatine, crackers, ecc.), maggiore sarà la reazione placca-acido. Se ad esempio mangiamo 10 caramelle contemporaneamente abbiamo un “rischio carie” di 20 minuti, se mangiamo le stesse 10 caramelle una ogni 20 minuti si è esposti al rischio di formazione della carie per circa 3 ore e ½. Se si beve una bevanda contenente zucchero durante il pasto il suo effetto nocivo è basso, ma se la sorseggiamo a lungo fuori pasto può risultare dannosa al pari delle caramelle masticate una ogni tanto. Questo non vuol dire che dobbiamo eliminare tutti i dolci. È la frequenza della loro assunzione e la cadenza rispetto alla pulizia dei denti che dobbiamo regolare. È sconsigliata l’assunzione frequente di alimenti contenenti zucchero o amido tra i pasti, ma se dopo averli mangiati spazzoliamo bene i denti, non vi saranno danni alla nostra dentatura. AI contrario, sono consigliati frutta, latte, verdure, bevande non zuccherate (succhi di frutta al naturale), yogurt.